Plagron Terra Bloom 1L

col367

Nuovo prodotto

 
Dettagli
Plagron Terra Bloom 1LFertilizzante completo per la fase di fiorituraTerra Bloom è un fertilizzante organico minerale altamente concentrato, utilizzabile durante la fase di fioritura della pianta. Questo fertilizzante liquido assicura una concimazione ottimale durante la fioritura e sostiene e favorisce la fioritura. Terra Bloom è adatto per tutti i tipi di miscele di terra e può essere utilizzato in combinazione con tutti gli altri fertilizzanti liquidi e additivi.UsoAgitare bene prima dell'uso. Diluire al massimo 5 ml di Terra Bloom in 1 litro d'acqua (1:200). Utilizza questa soluzione nutritiva in tutte le irrigazioni durante la fase di fioritura.ConservazioneTrasportare in posizione verticale e conservare al buio. Temperatura di conservazione: 0 - 30°C.AvvisoR 36/38: irritante per gli occhi e la pelle.ComposizioneAcqua, nitrato di potassio, diidrogenofosfato di potassio, nitrato di ammonio e acido fosforico. Fertilizzante NPK (2-2-4). 2,1% Di azoto totali (N) di cui 1,6% azoto nitrico (NO3) e 0,5% azoto ammoniacale (NH4), 1,6% di pentossido di fosforo (P2O5) solubile in acqua, 3,9% di ossido di potassio (K2O) solubile in acqua.SuggerimentoScarica la 100% Terra Grow Schedule per sapere l'utilizzo più indicato e il dosaggio corretto.

Scrivi una recensione

Plagron Terra Bloom 1L

Scrivi una recensione

   Che cosa significano i numeri sulla scala di temperatura?

La scala va da 1 a 7, corrispondenti a temperature che vanno da 130°C a 202°C.

   Per cosa si usa il tampone per vaporizzare liquidi?

Il tampone per vaporizzare liquidi serve a vaporizzare le essenze (oli aromatici) delle piante elencate nella lista. Il filo d'acciaio inossidabile del tampone per vaporizzare liquidi serve come supporto per le essenze, con una funzione simile a quella delle fibre vegetali non vaporizzabili del materiale vegetale per vaporizzare.Se la camera di riempimento non viene completamente riempita, si consiglia di posizionare il tampone per vaporizzare liquidi sopra le erbe.

   E' possibile che il materiale vegetale bruci all'interno del Plenty Vaporizzatore?

No. Un buon vaporizzatore deve essere realizzato in modo tale da impedire di principio la combustione di materiale vegetale. La sicurezza dell'utente è il nostro primo obiettivo, per questo il regolatore è impostato in modo tale che all'interno della camera di riempimento non sia possibile raggiungere temperature dell'aria [temperature di vaporizzazione] critiche superiori ai 202°C.

   E' possibile che il blocco riscaldante in alluminio rilasci sostanze tossiche nel vapore?

No, le temperature massime raggiungibili nel blocco riscaldante sono ben lontane dalla temperatura necessaria affinché la lega di alluminio da noi utilizzata (AIMgSI; punto di fusione 660°C) possa rilasciare sostanze di qualsiasi natura. Questo è dimostrato anche dall'analisi dell'aria per l'inalazione prodotta da VOLCANO alle temperature più elevate, effettuata dall'Ufficio per le tecnologie e la gestione ambientali (UTM) di Münster (Germania).

   Quali fattori influiscono sullo sviluppo del vapore?

In primo luogo, la quantità di aromi e fragranze nel pallone dipende dalle caratteristiche (qualità) e dalla mole (quantità) di erbe inserite nella camera di riempimento. Altri fattori importanti sono l'ampiezza della superficie dei materiali vegetali e la temperatura di vaporizzazione.La quantità degli aromi e delle fragranze liberati nel pallone con valvola, viene influenzata dai seguenti fattori:— Qualità: la concentrazione di aromi e fragranze contenuti nelle materiale vegetale utilizzate. — Quantità: la quantità di materiale vegetale per vaporizzare nella camera di riempimento. — Superficie: più le piante sono sminuzzate finemente e più grande è la superficie dalla quale si possono liberare gli aromi e fragranze durante il processo di vaporizzazione. — Temperatura: più la temperatura è alta di più aromi e fragranze sono liberati in una volta. Si prega di osservare che un aumento della temperatura dovrebbe essere sempre l‘ultima soluzione poiché il materiale vegetale sottoposto ad alte temperature ha un forte sapo re di tostato.Dato che le sostanze vengono liberate dalle piante in modo non aggressivo, è possibile ripetere più volte il processo di vaporizzazione con lo stesso contenuto della camera di riempimento, tenendo conto dei quattro fattori sopra indicati, finché tutti gli aromi e fragranze sono completamente liberati.È importante osservare lo sviluppo del vapore nel pallone con valvola. Una nebbia fine e bianca è piacevole da inalare. Più denso diventa il vapore e più sarà pregiudicato il sapore. In caso di un‘alta intensità (densità) dei vapori, la concentrazione di aromi e fragranze può provocare un‘irritazione delle vie respiratorie. In questo caso va diminuita la temperatura.Del resto, il sapore ha poco a che vedere con l'effetto. Gli aromi (oli essenziali relativamente volatili) di norma evaporano più rapidamente dei principi attivi. Dopo il primo passaggio il sapore iniziale svanisce, ma il contenuto di principio attivo solitamente è uguale a prima. Indipendentemente da questo, il sapore dipende in primo luogo dal materiale vegetale.

   Quale temperatura devo impostare?

La temperatura è solo uno dei quattro fattori che entrano in gioco nello sviluppo del vapore. Le temperature consigliate per le diverse erbe possono servire dunque solo da punti di riferimento. In linea di principio, la temperatura scelta dovrebbe essere la più bassa possibile in grado di consentire la formazione del vapore.È consigliabile effettuare le proprie osservazioni al fine di impostare la temperatura ottimale.La temperatura è ottimale quando inizia a formarsi una nebbia sottile e bianca. Se il fumo è a malapena visibile, o la temperatura è troppo bassa oppure il materiale da vaporizzare è esaurito. Un vapore fitto e molto denso può essere poco piacevole da inalare.

   Si sviluppano odori? Possono disturbare i non fumatori?

No. Lo sviluppo di odori è minimo. Non si ha formazione di fumo fastidioso e l'utilizzo in ambienti comuni non disturba i non fumatori. Appena pochi minuti dopo l'uso non si avverte più alcun odore nell'ambiente.

   Quale è la tecnica di vaporizzazione ottimale?

La vaporizzazione di materiali vegetali non provoca grandi irritazioni alle vie respiratorie rispetto alle sostanze fumate o affumicate, ma non sono in ogni caso del tutto innocue da questo punto di vista. L'influsso maggiore a questo proposito è dato dal materiale utilizzato. Un ruolo è svolto anche dalla qualità del vaporizzatore e dalla tecnica respiratoria. Respirate solo la metà di quanto sareste effettivamente in grado di fare. Trattenete dunque l'aria per alcuni secondi ed espiratela lentamente. È consigliabile concentrarsi consapevolmente sul processo respiratorio. Dopo un certo periodo di ambientamento individuale, l'utilizzo procede in maniera ottimale.

30 altri prodotti della stessa categoria: